Login



 48 visitatori online
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi52
mod_vvisit_counterIeri243
mod_vvisit_counterQuesta settimana1355
mod_vvisit_counterQuesto mese5125
mod_vvisit_counterTutti641368

Webmaster:
SiteGround web hosting www.schirone.it
Benvenuti nel sito ufficiale della Provincia Napoletana dei Carmelitani!
Lectio Divina: 4° Domenica di Quaresima - Anno B - 11 marzo 2018

 

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv. 3,14-21)

14E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell'uomo, 15perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna". 16Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna. 17Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui. 18Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio. 19E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie. 20Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. 21Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio.

Leggi tutto...
 
Lectio Divina: 3° Domenica di Quaresima - Anno B – 4 marzo 2018

 

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv. 2,13-25)

13Si avvicinava intanto la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. 14Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe, e i cambiavalute seduti al banco. 15Fatta allora una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori del tempio con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiavalute e ne rovesciò i banchi, 16e ai venditori di colombe disse: "Portate via queste cose e non fate della casa del Padre mio un luogo di mercato". 17I discepoli si ricordarono che sta scritto: “Lo zelo per la tua casa mi divora”. 18Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: "Quale segno ci mostri per fare queste cose?". 19Rispose loro Gesù: "Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere". 20Gli dissero allora i Giudei: "Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?". 21Ma egli parlava del tempio del suo corpo. 22Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù. 23Mentre era a Gerusalemme per la Pasqua, durante la festa molti, vedendo i segni che faceva, credettero nel suo nome. 24Gesù però non si confidava con loro, perché conosceva tutti 25e non aveva bisogno che qualcuno gli desse testimonianza su un altro, egli infatti sapeva quello che c'è in ogni uomo.

Leggi tutto...
 
Riflessione: Quaranta giorni...

 

Torre Santa Susanna - Quaranta giorni che, tra altro, richiamano  l'immagine dell' Esodo: un popolo per 40 anni cammino' nel deserto verso la terra promessa. Dirante questo lungo cammino visse momenti ed eventi di gioia e di prova, di vita e di morte, di grazia e di peccato.Sperimentò  sempre però  La presenza di JHW che corregge e sorregge, punisce le colpe e lenisce le sofferenze, incoraggia e foraggia, perdona e dona nutrimento e forza per avanzare, difende e sospinge verso nuovi orizzonti e nuove aurore.
Richiamano, tra altro,l'esperienza di Gesù  che nel deserto per quaranta giorni, nella mortificazione del corpo è nell'appassionata  preghiera, si prepara alla missione aggidatagli dal Padre: annunciare l'AMORE e denunciare ogni forma di schiavitù  del divisore.anche Lui nel deserto si imbatte nel diavolo  che lo tenta  per tre volte  ma inutilmente : Cristo trionfa in tutte e tre le tentazioni.  Tre, quasi ad anticipare i tre giorni della sua gloriosa  morte.
Leggi tutto...
 
Lectio Divina: 2° Domenica di Quaresima - Anno B - 25 febbraio 2018

 

Dal Vangelo secondo Marco (Mc. 9,2-10)

2Dopo sei giorni, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li portò sopra un monte alto, in un luogo appartato, loro soli. Si trasfigurò davanti a loro 3e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. 4E apparve loro Elia con Mosè e discorrevano con Gesù. 5Prendendo allora la parola, Pietro disse a Gesù: "Maestro, è bello per noi stare qui; facciamo tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia!". 6Non sapeva infatti che cosa dire, poiché erano stati presi dallo spavento. 7Poi si formò una nube che li avvolse nell'ombra e uscì una voce dalla nube: "Questi è il Figlio mio prediletto; ascoltatelo!". 8E subito guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo con loro.

9Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare a nessuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell'uomo fosse risuscitato dai morti. 10Ed essi tennero per sé la cosa, domandandosi però che cosa volesse dire risuscitare dai morti.

 

Leggi tutto...
 
Lectio Divina: 1° Domenica di Quaresima - Anno B - 18 febbraio 2018

 

Dal Vangelo secondo Marco  (Mc. 1,12-15)

12Subito dopo lo Spirito lo sospinse nel deserto 13e vi rimase quaranta giorni, tentato da satana; stava con le fiere e gli angeli lo servivano. 14Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù si recò nella Galilea predicando il vangelo di Dio e diceva: 15"Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo".

 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 78


Calendario Carmelitano


Sabato 23 Giu 2018
Oggi non ci sono ricorrenze!