Login



 49 visitatori online
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi211
mod_vvisit_counterIeri271
mod_vvisit_counterQuesta settimana699
mod_vvisit_counterQuesto mese4167
mod_vvisit_counterTutti656499

Webmaster:
SiteGround web hosting www.schirone.it
Benvenuti nel sito ufficiale della Provincia Napoletana dei Carmelitani!
Le Catechesi del TOC di Bari: MARIA DONNA DEL SILENZIO

 

BARI - "SERBAVA QUESTE COSE, MEDITANDOLE NEL SUO CUORE" (Lc 2,19 e 2,51)

La parola "silenzio" esprime e riassume in maniera esauriente la storia e la personalità di Maria. Tutta la vita di Maria si può riassumere in queste poche parole.

In due passi (Lc 2,19 e 2,51) il Vangelo ci ricorda che Maria conservava con cura parole e fatti nel suo cuore e li meditava diligentemente. Che significa ciò? Che Maria cercava il senso nascosto e profondo di quei fatti e di quelle parole e lo confrontava con le nuove situazioni in cui la sua vita venica coinvolta e si svolgeva.

In tal modo i ricordi rimasero vivissimi nella sua memoria e sono questi che ci condurranno alla sorgente da cui sono nati: l'intimità di Maria.

Leggi tutto...
 
Lectio Divina: Santissimo Corpo e Sangue di Cristo - Anno B - 3 giugno 2018

 

Dal Vangelo secondo Marco (Mc. 14,12-16,22-26)

12Il primo giorno degli Azzimi, quando si immolava la Pasqua, i suoi discepoli gli dissero: "Dove vuoi che andiamo a preparare perché tu possa mangiare la Pasqua?". 13Allora mandò due dei suoi discepoli dicendo loro: "Andate in città e vi verrà incontro un uomo con una brocca d'acqua; seguitelo 14e là dove entrerà dite al padrone di casa: Il Maestro dice: Dov'è la mia stanza, perché io vi possa mangiare la Pasqua con i miei discepoli? 15Egli vi mostrerà al piano superiore una grande sala con i tappeti, già pronta; là preparate per noi". 16I discepoli andarono e, entrati in città, trovarono come aveva detto loro e prepararono per la Pasqua. 22Mentre mangiavano prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede loro, dicendo: "Prendete, questo è il mio corpo". 23Poi prese il calice e rese grazie, lo diede loro e ne bevvero tutti. 24E disse: "Questo è il mio sangue, il sangue dell'alleanza versato per molti. 25In verità vi dico che io non berrò più del frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo nel regno di Dio". 26E dopo aver cantato l'inno, uscirono verso il monte degli Ulivi. 

Leggi tutto...
 
Presentazione del libro di p. Cosimo Pagliara

 

 

NAPOLI - Basilica del Carmine Maggiore - 17 maggio 2018. Presentazione del libro di padre Cosimo Pagliara,

«... a nessuna di esse fu mandato Elia» (Lc 4,25). Un saggio di cristologia profetico-eliana, Libreria Editrice Vaticana.


Riproponiamo ai lettori la registrazione audio degli interventi (durata 1:18:40), nell'ordine:
  1. Don Emilio Salvatore professore di Sacra Scrittura presso la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale (minuto 1:00)
  2. P. Pino di Luccio, vicepreside Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale (minuto 28:43)
  3. P. Luigi Boriello, docente di spiritualità Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale (minuto 56:24)
Leggi tutto...
 
Lectio Divina: SS. Trinità - Anno B - 27 maggio 2018

 

 

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt. 28,16-20)

16Gli undici discepoli, intanto, andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro fissato. 17Quando lo videro, gli si prostrarono innanzi; alcuni però dubitavano. 18E Gesù, avvicinatosi, disse loro: "Mi è stato dato ogni potere in cielo e in terra. 19Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, 20insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo".

Leggi tutto...
 
Monastero di Ostuni: V Incontro di Spiritualità sulla Venerabile Rosa Maria Serio

 

 

OSTUNI - Per il quinto anno consecutivo si è svolto, nel nostro monastero, l’incontro di spiritualità dedicato alla venerabile Rosa Maria Serio nel giorno della ricorrenza della sua morte, il 9 maggio. Anche stavolta,  è stata un’occasione per conoscere più da vicino questa splendida figura di cui ci sentiamo le eredi spirituali, in quanto, oltre ad essere Rosa Maria di origini ostunesi, il nostro monastero fu fondato dalle sue sorelle, venute dal monastero di Fasano.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 82


Calendario Carmelitano


Mercoledì 15 Ago 2018
Oggi non ci sono ricorrenze!

 

Vita Carmelitana

E' uscito il primo numero 2018 di VitaCarmelitana

 abbonati e consulta l' archivio