Login



 7 visitatori online
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi41
mod_vvisit_counterIeri270
mod_vvisit_counterQuesta settimana1781
mod_vvisit_counterQuesto mese5906
mod_vvisit_counterTutti649365

Webmaster:
SiteGround web hosting www.schirone.it
7 Luglio 2018: il Terz'Ordine di Rutigliano accoglie 10 Professioni Temporanee.

Add this to your website

 

 

RUTIGLIANO - Lo scorso 7 luglio, nella bellissima cornice della Chiesa Santa Maria del Carmine, don Angelo Bosco, delegato dal Priore Provinciale padre Enrico Ronzini, ha celebrato 10 Professioni Temporanee.

La cerimonia si è svolta durante il primo giorno della novena del Carmine, alla presenza della Presidente Provinciale del Terz'Ordine Rosaria Lenoci, che in questo periodo di preparazione e di cammino non ha mai fatto mancare la sua presenza ed il suo affetto alla fraternità di Rutigliano.

Durante l'omelia, don Angelo, ha ricordato come Il Terz'Ordine della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo non è una semplice associazione di laici, un vero e proprio Ordine religioso membro a pieno titolo con quello dei Frati (primo ordine) delle monache e delle suore (secondo ordine) del gloriso Ordine Carmelitano dell'Antica Osservanza.

Tutti i terziari come laici, cosi come i religiosi, si impegnano pertanto a dare una risposta alla chiamata di Dio promettono di vivere il Vangelo nello spirito dell'Ordine Carmelitano e sotto la sua direzione.

Il vincolo fondamentale del terziario con l'Ordine è la professione, con la quale, seguendo un'usanza molto antica, possono emettere i voti di castità e di obbedienza secondo gli obblighi della propria vocazione per consacrarsi più profondamente a Dio.

I laici carmelitani, pieni dello spirito dell'Ordine, cercano di vivere il suo carisma particolare nell'ascolto silenzioso della Parola di Dio con la Lectio Divina. Secondo la tradizione costante del Carmelo, essi coltivano al massimo la preghiera nelle sue varie forme.

I membri del Terz'Ordine si ispirano alle figure della Beata Vergine Maria e del Profeta Elia. 

Vivendo nel mondo e nella famiglia, nel loro ambiente di lavoro, nell'impegno della loro responsabilità sociale, nell'operato quotidiano, nelle relazioni con gli altri, cercano l'immagine nascosta di Dio e la fanno germogliare nello spirito delle beatitudini, con l'esercizio umile e costante di quelle virtù di onestà, giustizia, sincerità, cortesia, forza di spirito, senza le quali non è possibile vivere una vita veramente umana e cristiana.

Alle nuove Professe i nostri migliori auguri per questo che è per loro solo il primo passo nel cammino del Carmelo e a tutti i fratelli e le sorelle di Rutigliano, buona Novena del Carmine.

La Redazione

Il Rito: