Login



 8 visitatori online
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi82
mod_vvisit_counterIeri228
mod_vvisit_counterQuesta settimana955
mod_vvisit_counterQuesto mese7789
mod_vvisit_counterTutti538776

Webmaster:
SiteGround web hosting www.schirone.it
Mesagne celebra la sua Protettrice con la mostra fotografica "Attimi rubati"

Add this to your website

 

alt

 

MESAGNE (BR) - La nostra Comunità della Basilica Parrocchiale del Carmine si prepara a vivere i festeggaimenti della città, che il 20 febbraio di ogni anno celebra la grande festa in onore della sua Protettrice, la Madonna del Carmine. Festa di memoria e di ringraziamento a Dio per il dono della Vergine Maria, Madre e gloriosa Protettrice nello storico luttuoso evento del terremoto del 20 febbraio 1743 e nelle tante difficili vicissitudini della vita personale, familiare e sociale. A proposito di quel sisma che sconquassò il Regno di Napoli, le cronache dicono che fu la Vergine a salvare Mesagne da danni maggiori ed i mesagnesi benché il tempo fosse inclemente si recarono ugualmente nel Santuario del Carmine per ringraziarla, prelevarla e condurla in processione in Chiesa Madre al fine di tributarle i sentimenti di gratitudine per lo scampato pericolo.

 

Il 10 febbraio, dopo la vestizione e la celebrazione eucaristica nel Santuario tenuto dalla nostra Fraternità, si svolge la processione e il simbolico rito della consegna delle chiavi alla Vergine nella Chiesa dell’Immacolata dopodiché ci si prepara con una solenne novena in Chiesa Matrice.

 

All'interno di questi festeggiamenti l'Associazione Culturale "Cenacolo Carmelitano" promuove la mostra fotografica "Attimi rubati" dell'autrice Stefania Martino.