Login



 7 visitatori online
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi82
mod_vvisit_counterIeri228
mod_vvisit_counterQuesta settimana955
mod_vvisit_counterQuesto mese7789
mod_vvisit_counterTutti538776

Webmaster:
SiteGround web hosting www.schirone.it

Vita carmelitana

 

Vita Carmelitana nasce nel 1938 grazie al genio e all'inventiva del carmelitano p. Gerardo Ronga, uno dei promotori della presenza carmelitana a Bari, nonché entusiasta divulgatore del Vangelo e della spiritualità del Carmelo (di lui abbiamo già trattato in un breve articolo sul calendario 2011).


La rivista dapprima si presentò nel formato di un quotidiano di quattro pagine e veniva pubblicato con una frequenza mensile. Oltre ad offrire interessanti spunti di approfondimento biblico e spirituale, condivideva gli importanti eventi della nostra Provincia religiosa, intendendo porsi come faro di speranza anche durante le tragiche vicende della seconda guerra mondiale. Così leggiamo nell'editoriale di Giugno 1944: «Sul fosco panorama che presenta il mondo all'indomani della più crudele tragedia della vita dei popoli, “Vita carmelitana” vuol seguitare a spargere il soave e beatificante sorriso dell'augusta Signora del Carmelo».

Il formato attuale della rivista fu un'idea del successivo direttore: p. Anselmo Leopardi che nel 1950, in occasione del VII centenario dello Scapolare, oltre a rimodernane la veste grafica ne apportò degli arricchimenti contenutistici, che gli valsero i complimenti dell'allora Priore Provinciale p. Giuseppe Bifaro che così scrisse: «Caro padre, vedo finalmente che il suo e nostro comune sogno si è avverato. Vita Carmelitana esce ormai più robusta in una nuova e bella veste tipografica per cantare le glorie di Maria del Carmelo».

Durante il corso degli anni Vita Carmelitana ha continuato a crescere, modificarsi nello stile e talvolta anche nei contenuti, acquisendo definitivamente una frequenza di pubblicazione trimestrale,  fino a diventare lo strumento di divulgazione interprovinciale tra le diverse realtà carmelitane d'Italia.

L'impostazione attuale della rivista, con le sue sezioni e rubriche, fu finalmente voluta nel 2005 da p. Mario Alfarano (allora Provinciale della Provincia Napoletana). Le novità apportate sorsero dal comune sentire di un'esigenza comunionale capace di coinvelgere maggiormente tutta la famiglia carmelitana, con una particolare attenzione anche ai giovani laici delle nostre comunità a cui fu dedicata una sezione: “La tua bellezza sia la mia”. Leggiamo così nell'editoriale di quel nuovo numero: «Non è la prima volta che la rivista si rifà il look sia nella veste tipografica sia nei contenuti. Questo cambiamento è dovuto non tanto a un fatto di moda o a un problema di marketing, quanto al maturare, senza grandi pretese, di nuove esigenze, di diverse prospettive e altri obiettivi.


Dal 2005 la rivista ha vissuto periodi di particolare fecondità, nel succedersi di importanti contributi, nella collaborazione comunionale tra direttori, redattori e articolisti, e ad oggi, alle soglie del suo 75° compleanno,  sono circa 1600 le copie che raggiungono diverse famiglie, conventi ed episcopati italiani.

     Non possiamo non ringraziare il Signore per questo dono che continua a presentarsi come privilegiato strumento di formazione e comunicazione carmelitana, ma anche a tutti i confratelli che ci hanno preceduto e con entusiasmo si sono impegnati in questo progetto, nonché a tutti i carmelitani laici che ci hanno sostenuto: ai diversi redattori che si sono succeduti, agli articolisti e a tutti coloro che hanno  contribuito anche economicamente perché la rivista potesse sostenere le sue spese.

A quanti continuano con il loro molteplice impegno alla crescita di Vita Carmelitana, valide sono ancora le parole del p. Bifaro: «Plaudo alla bella iniziativa di questo manipolo di giovani carmelitani della nostra Provincia religiosa che ci hanno promesso tutto il loro aiuto, ed auguro a Vita Carmelitana […] una vita lunga, prosperosa e feconda di bene.

  • Archivio   ( 58 articoli )

    Archivio della rivista "Vita Carmelitana"